Arrestati i quattro
della rapina al portavalori di Lecce (Grottella)

stampa - torna - chiudi...

da: Gazzetta del Mezzogiorno, 07 luglio 2001

7 luglio - Quattro persone accusate di far parte di un commando che ha compiuto differenti rapine in Salento, fra cui l’assalto a due furgoni portavalori nel corso del quale furono uccise tre guardie giurate e ferite altre tre, sono state arrestate stamani dai carabinieri del Ros del Comando provinciale di Lecce e dalla Squadra Mobile della Questura.
Nei confronti dei quattro - i cui nomi non sono stati sinora resi noti - sono state emesse ordinanze di custodia cautelare in carcere dal giudice per le indagini preliminari presso il Tribunale di Lecce su richiesta della Dda.
L’assalto al furgone portavalori, noto come strage della Grottella, avvenne il 6 dicembre ’99.

I rapinatori bloccarono il primo furgone con un autocarro che anḍ a scontrarsi contro il veicolo; spararono numerosi colpi di arma da fuoco, in particolare di kalashnikov, e fecero esplodere un potente ordigno che cauṣ la morte di tre guardie giurate della Velialpol, Luigi Pulli, Rodolfo Patera e Raffaele Arnesano. Altri tre vigilantes, Giuseppe Quarta, Flavio Matino e Giovanni Palma, rimasero feriti in maniera grave.

Il commando sarebbe anche responsabile di un altro assalto ai furgoni della Velialpol il 2 novembre ’99 e di una rapina in una gioiellieria di San Pietro Vernotico (Brindisi), sempre nel novembre ’99. All’ arresto dei quattro gli inquirenti sono giunti anche mediante le dichiarazioni dell’ ex superlatitante Vito Di Emidio, catturato il 28 maggio scorso dai carabinieri di Brindisi